Ateneo Veneto: revista di scienze, lettere ed arti, Volume 1

Capa
Ateneo Veneto, 1812
0 Resenhas
As avaliações não são verificadas, mas o Google confere e remove conteúdo falso quando ele é identificado

De dentro do livro

O que estão dizendo - Escrever uma resenha

Não encontramos nenhuma resenha nos lugares comuns.

Páginas selecionadas

Outras edições - Ver todos

Termos e frases comuns

Passagens mais conhecidas

Página 134 - Excudent alii spirantia mollius aera, Credo equidem, vivos ducent de marmore vultus, Orabunt causas melius, caelique meatus Describent radio et surgentia sidera dicent; Tu regere imperio populos, Romane, memento : Hae tibi erunt artes, pacisque imponere morem, Parcere subiectis, et debellare superbos.
Página 239 - Ho visto qualche sua composizione: sono ignorante, e pur direi d'avelle lette tutte nel mezzo di Piatone. Sì ch'egli è nuovo Apollo e nuovo Apelle. Tacete unquanco, pallide viole, e liquidi cristalli, e fere snelle: ei dice cose, e voi dite parole.
Página 239 - Costui cred'io che sia la propria idea della scultura e dell'architettura, come della giustizia mona Astrea. E chi volesse fare una figura che le rappresentasse ambedue bene, 20 credo che faria lui per forza pura.
Página 124 - ... esservi presso allo scuoprirsi, piglia la tua opera, e mettila in su le cinigie, o sì veramente in su un poco di brace accesa, e come la detta opera sarà calda, allora piglierai un brunitoio di ferro, cioè il...
Página 282 - Poi le schiere a ferir prese, vibrando Le mortifere punte; onde per tutto Degli esanimi corpi ardean le pire. Nove giorni volar pel campo acheo Le divine quadrella.
Página 279 - ... dixerat, et pharetrae pondus consumit in arcus : proxima post arcus Caesaris hasta fuit. vincit Roma fide Phoebi : dat femina poenas : sceptra per lonias fracta vehuntur aquas. at pater Idalio miratur Caesar ab astro : " Sum deus ; est nostri sanguinis ista fides.
Página 124 - ... alcune volte vengono nel niellare, e il brunire nel modo detto le riserra benissimo a chi avrà la pazienza con un poco di pratica. Di poi piglia il tuo rasoio , e finisci di scuoprire il tuo intaglio ; di poi piglia tripolo e carbone pesto , e con una canna, fatta piana dal midollo, con dell' acqua tanto strofinerai la tua opera , che tu la farai unita e bella.
Página 123 - ... si fredda dimenerai continuamente la mano, tanto che sia freddo. E come gli è freddo cavalo di detta boccia , rompendola, e vedrai che per virtù di quel zolfo gli avrà preso il suo color nero : e avvertisci che il zolfo vuol essere del più nero che potrai trovare, scritta.
Página 123 - ... si piglia la detta opera intagliata, e si mette in un vaso o catinella, con acqua freschissima e nettissima, e con un paio di setoline nette strofina benissimo la tua opera acciò che quella sia netta da ogni sorte di bruttura.
Página 123 - Ora conviene che io t' insegni il modo di adoperarlo, il qual modo si domanda niellare, siccome si è ragionato in prima dello intagliare o in argento , o in oro , perché in altro metallo non si niella. Piglierassi quel lavoro che si sarà intagliato , e perché volendo che il niellato venga senza bucolini , e unito e bello , bisogna farlo bollire nell...

Informações bibliográficas